Alto Adige: settore vitivinicolo, novità e scadenze per il 2022

2' di lettura 28/01/2022 - Il 2022 sarà un anno di novità per l'economia vitivinicola del territorio altoatesino. "L'industria del vino ha imboccato la strada giusta per il successo a lungo termine con i suoi prodotti di qualità superiore e la sua strategia di sostenibilità" dice l'assessore provinciale all'agricoltura Arnold Schuler.

La Giunta provinciale ha messo a disposizione 2,1 milioni di euro di sovvenzioni dal bilancio provinciale e dai fondi OCM - Organizzazione comune del mercato vitivinicolo - per il 2022. L'obiettivo è quello di "sostenere gli investimenti nelle cantine e la promozione delle vendite nei paesi terzi" riferisce Schuler.

56 ettari di nuovi vigneti

"Inoltre, anche quest'anno saranno approvate nuove coltivazioni di vite fino alla misura dell'un per cento della superficie viticola altoatesina" precisa l'assessore. La somma corrisponde a 56 ettari di vigneti. Le manifestazioni d'interesse saranno accettate presso l'Ufficio Frutti- e viticoltura fra il 1 febbraio e il 18 marzo 2022. L'assessore provinciale Schuler fa un bilancio delle assegnazioni dell'anno scorso: "Nel 2021 sono state ricevute 631 domande per un totale di 127 ettari. Ci sono state 200 domande in meno rispetto al 2020. Di conseguenza, 967 m² hanno potuto essere assegnati ai richiedenti. Invece 23 ettari sono andati perduti a causa di cambiamenti colturali o altre modifiche".

Scadenze prorogate: nuove piantumazioni e conversione

Con l'ultimo regolamento UE, tutte le autorizzazioni per nuove piantumazioni o ripiantumazioni che sono scadute nel 2020 e 2021 saranno prorogate fino al 31 dicembre 2022. I viticoltori che hanno già rinunciato a sfruttare l'autorizzazione di piantagione in scadenza entro il 28 febbraio 2021 possono rivederla per iscritto e utilizzare l'autorizzazione fino alla fine di quest'anno, informa l'Ufficio per la frutticoltura e la viticoltura. Tutti i diritti non convertiti entro questo termine saranno restituiti allo Stato e successivamente ripartiti fra Regioni.

Ripiantumare come misura di miglioramento del suolo

Il periodo di realizzazione per il reimpianto di un vigneto, se viene realizzato sulla stessa particella fondiaria, è aumentato da 3 anni a 6 anni con la nuova politica agricola comune (PAC) dell'UE. "Questo ha lo scopo di dare agli agricoltori il tempo di eseguire le necessarie misure di miglioramento del suolo" dice Schuler. Inoltre, tutti gli interessati che, a seguito di disboscamento dopo il 2016, hanno un permesso inutilizzato che è scaduto nel 2020 o 2021 possono ora usarlo fino alla fine di quest'anno. Ulteriori informazioni sono disponibili alla pagina web della Provincia dedicata alle sovvenzioni per l'agricoltura e presso l'Ufficio Frutti- e viticoltura al Palazzo provinciale 6 in via Brennero 6 a Bolzano.






Questo è un comunicato stampa pubblicato il 28-01-2022 alle 17:31 sul giornale del 29 gennaio 2022 - 109 letture

In questo articolo si parla di lavoro, bolzano, provincia autonoma di Bolzano, comunicato stampa

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.me/cH9p





logoEV