SEI IN > VIVERE TRENTINO ALTO ADIGE > ATTUALITA'
lancio di agenzia

In Trentino gli orsi problematici sono 3: JJ4, M62 e Mj5. Ecco cosa sappiamo di loro

3' di lettura
22

ROMA - C'è la femmina di 17 anni denominata Jj4, responsabile della morte del giovane Andrea Papi a Caldes, ma non solo.

Nella folta popolazione di orsi che abitano il Trentino, ci sono almeno altri due esemplari potenzialmente pericolosi, che già in passato hanno manifestato comportamneti strani o aggressivi. Si tratta di due maschi, MJ5 e M62. Questi tre orsi, spiega oggi in una nota l'Istituto superiore per la protezione e la ricerca ambientale (Ispra), sono definibili "orsi problematici". E la femmina Jj4, si viene a sapere oggi, ha a suo carico tre eventi passati di incontri ravvicinati pericolosi, non la sola precedente aggressione del 2020 che era nota. COSA SI INTENDE PER ORSO PROBLEMATICO Ma come si fa a definire un orso 'problematico'? Bisogna innanzitutto conoscere la sua storia pregressa, e vedere se ha manifestato comportanti anomali già in passato. E quante volte è successo. Per stabilire se un orso è problematico o meno bisogna seguire la tabella di riferimento contenuta nel Piano d'azione interregionale per la conservazione dell'orso bruno nelle Alpi centro-orientali (Pacobace): lì sono indicati i diversi comportamenti con tanto di indice di pericolosità. "Per definire un orso 'problematico'- si legge nel comunicato di Ispra- è importante conoscere la storia del soggetto e tener conto dei suoi eventuali precedenti comportamenti anomali; il grado di problematicità aumenta quando ci sia una ripetizione di comportamenti potenzialmente pericolosi da parte dello stesso individuo. La valutazione dei comportamenti va condotta caso per caso, tenendo conto non solo della chiave interpretativa circa il grado di problematicità fornita dalla tabella". In Trentino, gli orsi considerati problematici sono appunto la femmina JJ4 e i due maschi, MJ5 e M62. Ecco cosa sappiamo di loro. LA FEMMINA JJ4 L’esemplare di orsa, nata nel 2006 è risultata, dalle analisi genetiche condotte, la responsabile dell’attacco mortale sul Monte Peller dello scorso 5 aprile. Già in passato, tra il 2020 e il 2022, era stata responsabile di tre eventi, non mortali. La provincia di Trento ha emanato in data 8 aprile 2023 un’ordinanza per l’intervento di rimozione dell’orso, con espresso richiamo alle competenze in materia di incolumità e sicurezza pubblica, che Ispra ha ritenuto "coerente con le indicazioni del Pacobace". IL MASCHIO MJ5 Per ciò che riguarda MJ5, questo esemplare si è reso responsabile di un attacco lo scorso 5 marzo a un cittadino di Rabbi, Comune in provincia di Trento. Ispra ha espresso parere in data 11 aprile 2023 ritenendo che la misura della rimozione proposta dalla provincia di Trento fosse "coerente con il Pacobace". IL MASCHIO M62 M62 è un maschio di orso nato nel 2018; dal maggio 2021 all’aprile 2022 l’esemplare ha mostrato comportamenti particolarmente confidenti per i quali sono risultati adottabili le misure previste dal Pacobace, anche energiche. All’Ispra è pervenuta ieri, 13 aprile, la richiesta di valutazione da parte della Provincia di Trento; l’Istituto sta quindi conducendo un’attenta analisi tecnico-scientifica, tenendo conto di quanto previsto dal Pacobace.


Questo è un lancio di agenzia pubblicato il 14-04-2023 alle 15:25 sul giornale del 15 aprile 2023 - 22 letture






qrcode