SEI IN > VIVERE TRENTINO ALTO ADIGE > ATTUALITA'
lancio di agenzia

Meteo, arrivano temporali e bufere: cosa vuol dire che si è aperta la “porta atlantica”?

3' di lettura
26

BOLOGNA - In arrivo sull'Italia, nei prossimi giorni, temporali e bufere. Motivo? "Si è aperta la porta atalantica".
Così dicono gli esperti di meteo. Addirittura qualcuno scrive che si è "spalancata". Ma cosa significa? In parole povere, quando i meterologi utilizzano questa espressione significa che le perturbazioni in arrivo dall'oceano non hanno alcun ostacolo per raggiungere l’Italia . Di solito, invece, a mitigare le piogge ci sono l'anticiclone delle Azzorre oppure quello africano, che se si trovano nel mezzo 'fermano' in parte le perturbazioni in arrivo. Ma in questi giorni gli anticicloni sono entrambi molto distanti dal continente europeo. E quindi non potranno fare da cuscinetto. Il risultato è che le perturbazioni in arrivo sul Mediterraneo da ovest verso est troveranno la strada libera, per cui le precipitazioni potrebbero essere estremamente diffuse sull'Italia e durare anche diversi giorni. QUANDO COMINCIANO LE PIOGGE "Il tempo comincerà a peggiorare già nelle prossime ore quando si avvicinerà la prima perturbazione, la più forte", spiega Antonio Sanò de Ilmeteo.it. "Lunedì avremo già cielo coperto in Piemonte con qualche piovasco, ma nel corso del pomeriggio il tempo peggiorerà via via più fortemente in Liguria e verso sera le piogge avranno conquistato tutto il Nordovest. Ci sarà il sole altrove con temperature piuttosto miti, grazie anche ai venti che gireranno tutti da Scirocco". MARTEDÌ IL GIORNO PEGGIORE, ATTESI NUBIFRAGI Martedì, spiega ancora Sanò, "sarà la giornata più perturbata della settimana, infatti la perturbazione transiterà al Nord raggiungendo entro sera pure il Centro tirrenico, come Toscana e Lazio. Le precipitazioni potranno risultare anche abbondanti e sotto forma di nubifragio, specie in Liguria, Toscana, settori alpini e prealpini e in tarda serata anche sul Lazio. Si rinforzano i venti meridionali con raffiche fino a 70 km/h". LA SECONDA PERTURBAZIONE ARRIVA GIOVEDÌ "Dopo un mercoledì piuttosto instabile- prevede ancora il fondatore de Ilmeteo.it- soprattutto su Triveneto e settore centro-meridionale (ancora Toscana, Lazio, ma pure Campania e Umbria), e con venti tesi di Libeccio (raffiche fino a 80-90 km/h) da giovedì arriverà la seconda perturbazione. Dopo una prima parte del giorno piuttosto stabile, salvo nebbie mattutine al Nord, ecco che il tempo peggiorerà dalle Alpi verso le zone pianeggianti settentrionali e inoltre anche sulla Toscana. Questa perturbazione raggiungerà il Sud nel corso di venerdì, nel frattempo altrove il tempo migliorerà decisamente grazie all’aumento della pressione". RESTA ANCORA IL CALDO L'ondata di maltempo non manderà però via il caldo. Nonostante il mese ottobre volga ormai al termine, le temperature alte sopra la media che si sono registrate negli ultimi tempi non hanno intenzione di andarsene. E lo scirocco che soffierà nei primi giorni della settimana manterrà in parte dell'Italia temperature estive. "AL SUD TORNANO TEMPERATURE ESTIVE" "Farà ancora caldo", dice lo stesso Sanò. "Infatti le temperature si comporteranno in base al tempo previsto e al tipo di vento. Con piogge e venti meridionali tenderanno ad aumentare, anche di notte, altrimenti a diminuire. Ma dato che per i primi giorni della settimana lo Scirocco sarà quasi prevalente, possiamo già dire che i valori massimi torneranno ad essere estivi con picchi di 30°C al Sud e sul versante adriatico centrale".


Questo è un lancio di agenzia pubblicato il 23-10-2023 alle 15:35 sul giornale del 24 ottobre 2023 - 26 letture






qrcode